Pesca NO KILL

Lungo il corso del Fiume Sarca e del torrente Rimone sono state predisposte 3 zone a prelievo nullo No Kill.

GNK – RIMONE 1

Tratto del torrente Rimone che va dal ponte posto in località Ponte Oliveti (a meno di 1 km dall’abitato di Sarche) al ponte del Sachet antistante al cementificio Italcementi.

Lunghezza zona: circa 500 m.

Apertura: dal 01 maggio al 30 settembre – Tutti i giorni tranne il venerdì

Il tratto è facilmente accessibile dalla strada comunale che congiunge l’abitato di Ponte Oliveti all’abitato di Pergolese.

Trattasi di canale artificiale con alveo largo e poco profondo adatto sia a mosca secca che a ninfa.

Presenza di trote fario, trote lacustri, temoli, lucci.

In detta zona la pesca è consentita con la sola mosca , con un solo amo senza ardiglione. Ogni pesce catturato va immediatamente rilasciato. Chi pesca in detta zona, potrà esercitare per l’intera giornata la pesca in altre zone solo ed esclusivamente con la tecnica No Kill. In tale zona è vietato entrare in acqua fino al 31 maggio di ciascun anno.

UNK1 – FIUME SARCA

Tratto del fiume Sarca compreso tra l’attraversamento della canaletta del consorzio irriguo all’inizio meridionale dell’abitato di Ceniga di Dro e l’opera di presa Malapreda posta circa 1 km a valle in direzione di Arco.

Lunghezza zona: circa 800 m.

Apertura: dalla seconda domenica di febbraio al 30 settembre – Tutti i giorni tranne il venerdì

Il tratto è facilmente accessibile dalla strada statale Gardesana 45 bis che congiunge Riva del Garda ad Arco ed anche dalla strada ciclabile che costeggia il fiume Sarca.

Questo tratto di fiume presenta buone caratteristiche, con alveo quasi tutto naturale, portata abbondante e discrete buche.

Presenza di trote fario, trote lacustri, temoli, lucci.

In detta zona e consentita la pesca con esche artificiali (Spinning e Mosca) con la tecnica No Kill. Con singolo amo senza ardiglione. Con l’obbligo del rilascio del pesce, con tutte le dovute precauzioni. Chi pesca in detta zona, potrà esercitare per l’intera giornata la pesca in altre zone solo ed esclusivamente con la tecnica NO Kill.

UNK2 – FIUME SARCA

Tratto del fiume Sarca compreso tra la traversa posta in prossimità dello stabilimento AQUAFIL in località Linfano di Arco alla presa della Pescicoltura Mandelli

Lunghezza zona: circa 2 km

Apertura: dalla seconda domenica di febbraio al 30 settembre – Tutti i giorni tranne il venerdì

Il tratto è facilmente accessibile dalla Strada Regionale 249 che congiunge Torbole sul Garda ad Arco ed anche dalla strada ciclabile che costeggia il fiume Sarca.

Questo tratto di fiume presenta buone caratteristiche, con alveo quasi tutto naturale, portata abbondante e discrete buche.

Presenza di trote fario, trote lacustri, temoli, lucci.

In detta zona la pesca è consentita con la sola mosca, con un solo amo senza ardiglione. Ogni pesce catturato va immediatamente rilasciato. Chi pesca in detta zona, potrà esercitare per l’intera giornata la pesca in altre zone solo ed esclusivamente con la tecnica No Kill.

 

Come trattare il pesce catturato

  • Il pesce, una volta afferrato, va recuperato senza indugio, al fine di limitare al massimo il trauma della cattura.
  • Evitare o comunque limitare il contatto del pesce con la riva ed il terreno soprattutto in presenza di sabbia o terra.
  • Se è necessario toccare il pesce, usare sempre mani bagnate.
  • Se è possibile, evitare di estrarre il pesce dall’acqua durante la fase di slamamento.
  • Il pesce va rilasciato delicatamente accompagnandolo all’occorrenza con la mano sott’acqua evitando di reintrodurlo in zone con corrente eccessiva.
  • Se si vuole scattare una foto a ricordo della cattura, ricordarsi di trattenere il pesce fuori dall’acqua solo il tempo strettamente necessario appoggiandolo su terreno erboso e comunque bagnato evitando fondi terrosi o sabbiosi.